giovedì 28 agosto 2014

Agosto in Sicilia, l'isola delle meraviglie


I'm back.. sono tornata, o come si dice dalle mie parti m'arricampai :D
E come promesso sono tornata carica, di idee culinarie certo, ma anche di consapevolezze, una fra tutte sono "asociale", almeno così dice mio figlio, scioccato dal mio entusiasmo alla vista di spiagge deserte e incontaminate, e riserve naturali, - "mamma io non sono come te, ti emozioni con poco tu.."-.
Forse è vero, mi emozionano le cose semplici, qualunque donna in vacanza ad esempio, come mi hanno fatto notare le amiche, si lascerebbe tentare dall'artigianato locale, dal piatto di ceramica agli orecchini di filigrana, (esempi splendidi ad Erice) ma io, che "non sono normale" come asserisce anche il marito, ai gioielli, ai vasi e alle porcellane ho preferito l'aglio e la cipolla :D

lunedì 21 luglio 2014

Insalata di melanzane alla siciliana

Buongiorno, l'estate è esplosa in maniera strana, giornate calde e nuvole cariche di sabbia e pioggia si alternano, ho pochissima voglia di scrivere, per cui vado in ferie, mi ricarico e torno. Cercherò di raccontarvi al mio rientro quanto ho visto, ammirato e gustato, vi mostrerò un'altro tratto della costa della mia amata Sicilia.
Adesso vi lascio con una ricetta facilissima, gustosa e tipica, adatta alle giornate calde che ci attendono.
Insalata di melanzane
Ingredienti per 4 persone
1 grossa melanzana
2 spicchi d'aglio
1 ciuffo di menta
origano q.b.
1 cucchiaio di aceto balsamico
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.

Lavate la melanzana, sbucciatela e tagliatela in quattro grossi spicchi nel senso della lunghezza, mettete gli spicchi in una pentola con tre dita d'acqua, salate appena e  incoperchiate, cuocete a fiamma bassissima fino a quando infilzando i rebbi di una forchetta, la melanzane si presenterà tenera. Il sale farà in modo che la melanzana perda nell'acqua di cottura l'eventuale liquido amaro. Una volta cotte, tagliate a tocchetti grossolani gli spicchi di melanzana e trasferiteli in una insalatiera insieme agli spicchio d'aglio tagliati in grossi pezzi, alle foglie di menta spezzate con le mani e all'origano, aggiustate di sale e versate l'olio e l'aceto. Mescolate e lasciate insaporire per almeno mezz'ora. Provate questa insalata anche sulla bruschetta, davvero gustosa.
Buone vacanze ci rivediamo su questi schermi al mio rientro.
A presto.



lunedì 30 giugno 2014

antipasto al mare con un pizzico di fortuna


 L'estate è la mia stagione, non la mia stagione preferita ma l'unica stagione che riconosco, la sola che mi fa stare bene, senza acciacchi, pallori verdastri, strati di abiti e coperte... adoro l'estate, ho la fortuna di vivere in una città sul mare, su un'isola meravigliosa, ragione per cui aspetto questi tre mesi tutto l'anno :)
Sebbene ci sia caldo, io, il forno lo accendo spesso, cucino comunque ma so che molti di voi, affezionati e pazientissimi lettori, tra il lavoro e lo scirocco, invece di voglia di cucinare ne avete poca e niente, che si fa? Vi propongo una ricetta-non ricetta, qualcosa di veloce, buono, fresco, portafortuna e pure carino da vedere...dico.. cosa volete di più? ;)

mercoledì 18 giugno 2014

Yogurt fatto in casa.. facilissimo!

Ieri ho saputo che Scalpo Reciso è stato promosso "con sospensione del giudizio"... che viene a dire? Ai miei tempi andavi a scuola, e tra i 6 e i 7 trovavi anche scritto "rimandato" nella materia che proprio non andava giù... oggi, invece, solo promosso, oppure "sospensione del giudizio", perciò ti tocca metterti in fila davanti alla porta della segreteria, sorbirti scene di isterismo più o meno plausibili da parte di madri che "non se l'aspettavano", e visto che fai parte di quei genitori che invece non solo "se lo aspettano" ma ringraziano pure lo staff amministrativo e il corpo insegnate per l'alto senso del dovere e lo spirito di sopportazione dimostrato sopportando tuo figlio... ecco, dicevo visto che faccio parte dei disillusi, entro in segreteria, do nome e cognome e chiedo "Quante materie?", colpo di scena, mio figlio è stato sincero, solo una materia, filosofia! Adesso mi toccano Socrate, Platone e Aristotele... e non posso dire che mi siano mancati ;)

martedì 3 giugno 2014

Danubio - ovvero torta di panini da "asporto"

Qualora la bella stagione decidesse di farsi vedere, qualora riuscissimo ad organizzarci per una gita fuori porta, non potremmo farci sfuggire l'occasione di portarci dietro questi morbidissimi panini, farciti come più ci piace... La ricetta? Eccola
250 ml di latte
550 g di farina 0
50  ml olio E.V.O.
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
10 g di lievito di birra fresco
1 uovo
1 patata bollita o 2 cucchiai di fiocchi di patate
1 tuorlo per spennellare
semi di sesamo (facoltativi) 
Per il ripieno:
quello che avete in frigo 
io - olive, cipollina fresca, pomodorini semi-secchi, caciotta fresca 

domenica 25 maggio 2014

ombre cake tutorial - passo passo torta sfumata

Sono in piena carica emotiva in questo periodo, per cui è meglio alzare gli argini del fiume di parole che verrebbe fuori senza controllo alcuno e parlarvi invece di questa tecnica decorativa.
Ho visto una torta simile in rete, a dire il vero ne ho viste tantissime, si chiamano "ombre cakes" e sono per lo più realizzate utilizzando la crema al burro come "frosting" cioè come glassatura della torta.
Volendo ancora una volta provare a coniugare i sapori italiani con le tecniche esterofile, ho realizzato una crema di ricotta, l'ho colorata partendo da un colore più scuro e aggiungendo all'occorrenza altra crema di ricotta al naturale per schiarire il colore ottenuto e creare le sfumature caratteristiche di questo tipo di dolce.
La torta, mi era stata richiesta per un trentesimo compleanno, la crema di ricotta è stato un esperimento riuscito, si presta infatti benissimo a questo tipo di utilizzo, ha tenuto magnificamente.

giovedì 22 maggio 2014

Master Foodie Catania - mi sono ripresa

La signora bionda che vedete accanto a me, è Alessandra Verzera, direttrice del periodico di informazione enogastronomica Scelte di Gusto, e presidente della giuria critica di Master Foodie, mi sta consegnando la mia divisa da chef :D come vedete dalla foto, gongolo :D
Il 12 Maggio scorso, una vita fa, ormai, le cinque foodblogger selezionate dal team di Master Foodie si sono sfidate a suon di piatti tipici presso il ristorante Minà, alla Vecchia Dogana, una giornata carica di emozioni, che ufficialmente inizia intorno alle 15, in un pomeriggio caldissimo.
Io, Francesca, Therese, Pinella, ed Elena siamo emozionate, veniamo accolte dal titolare del Minà, il signor Antonio Bivona, un signore simpaticissimo, un personaggio davvero particolare, ironico e arguto solo come una persona seria riesce ad essere, ci offre un sorbetto freschissimo perchè si accorge che tra il caldo e l'emozione abbiamo la gola secca, poi ci accompagna nelle cucine, ci cambiamo, indossiamo le divise e comincia l'avventura. Qui sotto vedete uno dei momenti giocosi, io fotografo Pinella che mi sta fotografando :D ...
Una volta cominciato a cucinare, come prevedevo, la tensione si è sciolta, eravamo tutte concentrate a fare del nostro meglio, abbiamo fatto squadra, tra una risata e un assaggino (parlo per me per quanto riguarda l'assaggino). In cucina sono arrivati anche i fotografi, che mi sento di ringraziare perchè hanno davvero rispettato la nostra scarsa confidenza con l'obbiettivo, ci hanno lasciato lavorare in tranquillità pur portando avanti il loro compito. Grazie a Vincenzo Leone che ha realizzato le riprese video, e Domenik Giliberto per le fotografie. Il video della serata lo trovate qui, e qui le interviste :D

lunedì 5 maggio 2014

Master foodie Catania

Un mese fa, nel gruppo Fb di cui faccio parte da anni, Foodbloggers Siciliani, rispondo all'appello della fondatrice, Luna, "non lamentiamoci che in Sicilia non si organizzi mai niente, cogliamo le occasioni, pensiamoci!" ... detto fatto, mando la mia candidatura al Master Foodie, un cooking show, rivolto ai food blogger siciliani, con lo scopo di proporre e promuovere la cultura del cibo siciliano, i nostri piatti, e a monte le nostre materie prime, le eccellenze del nostro territorio insomma, il tutto servito in una cornice accattivante per noi "cuochi amatoriali", si tratta di cucinare insieme, mi dico, un po' come capita quando organizzo un pranzo o una cena con amici... e poi mica sceglieranno me, saranno solo cinque i food blogger che passeranno le selezioni... EHM... occhei... mi hanno scelta, o meglio hanno scelto l'antipasto che ho proposto, arancini allo zafferano e alla brontese con pomodorini di Pachino ripieni...
Così il 12 Maggio mi ritroverò a dover cucinare al Minà, in via Dusmet 2, alla Vecchia Dogana, la cena inizierà alle 20.30, scopro così, desiderando come non mai almeno mezza boccetta di lexotan e qualche xanax, che il mio antipasto dovrà essere giudicato da una giuria tecnica e da una critica.. ma che giuria.. avessero scelto qualche nome mai sentito prima...NOOOO... 

lunedì 28 aprile 2014

'mpanatigghi, fatte con il cuore

Diversi anni fa, grazie ad una mia collega di lavoro, ho potuto assaggiare questi squisiti dolci, tipici della provincia di Ragusa, precisamente Modica, la città del cioccolato :)
Dopo il primo morso, dopo l'esplosione di sapori, la mossa successiva è sempre quella di chiedere "cosa c'è dentro? Come l'hai fatto?.. La ricetta si può avere?" E come penso sia capitato ad ogni fortunato degustatore, lo stupore nello scoprire gli ingredienti è pari alla sensazione di commozione che si prova assaporandoli. 
Prima di rivelare la ricetta, mi fa piacere raccontarvi le leggende, che forse non tutti conoscono, legate a queste prelibatezze.

lunedì 14 aprile 2014

Biscotti morbidissimi cocco e amarena

Cominciamo dall'inizio, la cosa funziona più o meno come una ricetta, avete presente Brad Pitt? So che la risposta è si :D Aggiungetegli quasi 20 cm di altezza e circa 20/25 kg di peso, toglietegli 400 g di capelli, sostituitegli il naso con una specie di rapa rossa, dategli uno sguardo tra il timido e l'apatico, arrotondategli gli occhi e la pancia, fategli inforcare un paio di occhiali, ecco vi ritroverete davanti (più o meno) mio marito :)