venerdì 19 marzo 2010

Il sugo di carne “stracotto”


Tanti anni fa, appena ventenne, ebbi la brillante idea di trasferirmi in Lombardia, l’esperienza per me non fu entusiasmante, purtroppo! Ma di quei lunghissimi sei anni, mi sono portata dietro:
  1. qualche amico
  2. una conoscenza ravvicinata di IV° tipo con la nebbia,
  3. un certo numero di ricette che la mia padrona di casa mi ha gentilmente trasmesso!
Lo stracotto è tra queste, ora dovete sapere che la signora Grazia, aveva la cucina a legna, proprio quella di una volta, lì avvenivano ancora miracoli culinari che ad una ragazzina, come ero allora io, sembravano cose dell’altro mondo! La signora cuoceva ininterrottamente, la legna non doveva mai spegnersi! Alla fine ho capito che questo modo di far stracuocere la carne si presta sia ai bolliti che ai sughi. Ho leggermente modificato la ricetta secondo i miei gusti. Innanzitutto ci facciamo dare dal macellaio diversi tipi di carne, vitello, manzo, maiale, io ho messo anche 2 nodi di salsiccia, poi affettiamo finemente 2 cipolle, 1 carota, 2 coste di sedano. Soffriggiamo gli odori e successivamente sigilliamo nel soffritto i pezzi di carne (tranne la salsiccia), a questo punto aggiungiamo l’estratto di pomodoro (o il concentrato) allunghiamo con brodo (di carne o vegetale, io ho messo nell’acqua un cucchiaino di dado homemade vegetale)  fino a coprire la carne e aggiungiamo 1/2 kg di polpa di pomodoro, aggiustiamo di sale, poi io ho messo un po’ di paprika dolce e qualche seme di finocchio. Lascio cuocere a fuoco bassissimissimo per due giorni, ed il risultato è una carne tenerissima ed un sugo saporitissimo. Provate e poi ditemi.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)