mercoledì 14 aprile 2010

prima che scompaiano dalla nostra memoria…

I CAVOLICELLI : in Sicilia, questa pianta si riscontra quasi esclusivamente sui suoli cristallini dei Peloritani, sulle vulcaniti di alcune isole minori (Linosa, Ustica, Eolie) e sull’Etna dove è largamente diffusa, dal livello del mare fino a 1200 m. La pianta cresce un po’ ovunque, prediligendo, tuttavia, in modo particolare i vigneti; si trova con una certa abbondanza anche nei pometi; l’uso eccessivo di diserbanti in queste colture sta, però, determinandone la progressiva scomparsa.
1291696446 A proposito delle piante utili della flora italiana, che  "è prevedibile che nel giro di una generazione si sarà perduta perfino la memoria di quanto una volta l'uomo sapeva ricavare dal mondo vegetale; questo rappresenta una perdita netta, un ritorno all'ignoranza (.....), un passo indietro nelle nostre conoscenze, che non dovrebbe venire tollerato, tanto meno in questo secolo di lumi"…concordo pienamente con questo pensiero, vorrei non dover tornare indietro, vorrei che i miei figli e i miei nipoti conoscessero molto meglio di me, le possibilità che ci offre con generosità la terra! Rimane il fatto  che sta sparendo la consuetudine e la tradizione del consumo delle verdure campestri, molti di noi non sanno neanche riconoscerle. Si raccolgono, tipicamente, i giovani getti delle piante adulte; qualche volta anche le foglie tenere oppure l`intera pianta appena germinata, si riconosce per i teneri fiorellini gialli tuttavia si dovrebbe raccogliere prima che i fiori sboccino, le parti commestibili devono essere cotte, basta semplicemente l’acqua che rimane sulle foglie dopo il lavaggio (con bicarbonato) in abbondante acqua (meglio se di cisterna), dopo si mettono in pentola a fuoco bassissimo e coperte, quindi una volta pronte, (controllo assaggiandole), elimino l’acqua di cottura in eccesso. L’uso più diffuso è come contorno alla salsiccia cotta alla brace. Questa verdura ha un gusto deciso, inconfondibile e gradito al palato; esso è dovuto ad un eteroside sulfonato che è una sostanza aromatica.
Ho deciso che, per non farci vincere dai tempi “smemorati” che ci attendono, vi posto la ricetta :D Badate bene che quasi tutte le verdure campestri possono essere usate come vi descrivo di seguito.: nelle frittate,  oppure preparando un sughetto con aglio, pomodori, un acciughina , un poco di concentrato di pomodoro diluito in poca acqua calda di cottura, ed io personalmente una volta cotti i cavolicelli, li ho saltati in padella con un grosso spicchio d’aglio, dei pomodori datterini tagliati a metà e una manciata di olive nere, sfumati con un pochino di vino rosso.

P3250015  A questo punto li ho usati per riempire una sfoglia, con aggiunta di poca  Tuma tagliata a tocchetti. No, non c’è stato tempo per le foto, cognati affamati e marito divoratore, a rischio d’ustione, hanno fatto fuori tutta la teglia in qualche nanosecondo.  :D

1 commento:

  1. ciaooooooooo!!io li conosco e li adoro e insieme alla salsiccia ci condisco sempre delle bavette buonissime!!baci e brava per aver postato un po della nostra sicilianita'!!

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)