domenica 2 maggio 2010

Vermicellini coi ricci


Questo è in assoluto il mio primo preferito, mio, di mio padre e di mia sorella… smile_tongue  la preparazione impone in assoluto una cosa sola: POLPA DI RICCI FRESCA, non vi fidate dei preparati, dei liofilizzati e via dicendo, la vera pasta ai ricci va consumata solo con la materia prima i ricci appunto! In media ci vogliono, 10 ricci a persona, tutto dipende da quant’è pieno il riccio, la polpa una volta aperti tutti i ricci che vi servono, va tenuta in una ciotola  a parte. Come si apre un riccio? Ecco
Noi a casa prepariamo un soffritto con poco meno di 1/4 di bicchiere di olio evo a persona, aglio (considerate sempre 1/4 di spicchio a testa) tagliato grossolanamente e peperoncino, fate attenzione a non aggiungerne troppo per non rischiare di coprire il sapore dei ricci. Fatto questo semplicissimo soffritto, spegniamo il fuoco e quando l’intingolo è completamente freddo aggiungiamo la polpa di ricci, il sugo è pronto. Una volta cotti gli spaghetti o le linguine (secondo i gusti) saltateli nella stessa casseruola dove si trova il sugo ( a fuoco spento!) molto velocemente perché anche lo stesso calore della pasta potrebbe cuocerli e rovinare il sapore. Vi sembrerà di essere a mare, ne sentirete il profumo e il sapore! buon appetito!

1 commento:

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)