giovedì 24 giugno 2010

Qualcosa di dolce dopo l'amara sconfitta... Torta mandorle e limoncello

Miei cari, accenno soltanto all'amara quanto meritata sconfitta tanto per autorizzarci tutti ad un'abbuffata generale, buttiamoci su qualcosa di dolce o salato ma qualcosa che ci consoli e distragga! Noi, o meglio io (che cucino e quindi decido per tutti) ho proposto questa torta d'una semplicità pari solo alla sua bontà!! Molti probabilmente la conoscevano già, io che sono un poco rimbambita me la sono persa! Oggi, grazie ad un contest molto particolare, girovagavo per il web e del tutto casualmene mi sono imbattuta nel suo blog... ho avuto subito la sensazione d'essermi persa qualcosa e di dover recuperare! Prima di riportarvi la ricetta di Gambetto ci terrei tanto a descrivervi la reale bontà di questo cake, si scioglie in bocca! Altra precisazione io ho usato uno stampo da 22 cm di diametro. Adesso bando alle ciance ed eccovi la ricetta.
Ingredienti: 200g. di farina di mandorle + una manciata per lo stampo;
180g di zucchero (io zucchero a velo);
125g di yogurt al naturale;
3 uova (io 4 piccole);
1 bustina di lievito per dolci;
1/2 bicchiere di limoncello;
(1 pizzico di sale negli albumi)




Preparazione:
Battete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete la farina di mandorle e il lievito. Mescolate bene e aggiungete lo yogurt. Infine unite il limoncello (l'alcol evaporerà in cottura quindi non vi preoccupate se la quantità vi sembra troppa). Montate gli albumi a neve ferma (io con 50 gr. di zucchero tolti dal totale e aggiunti quasi a montatura ultimata) e con una spatola uniteli al composto senza smontarli. Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake (io uno tondo) con farina di mandorle aggiuntiva (nell'originale questa scelta è stata fatta per rendere il dolce al 100% glutine-free, personalmente l'ho trovata anche un dettaglio goloso oltre che coerente con la tipologia di preparazione) e versateci il composto.
Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 30 min. Guarnite con zucchero a velo e a piacere mandorle tostate.

Ci voleva proprio! 
Alla prossima :-*


P.S. Hai visto Gambetto? Detto Fatto!! Amore a prima vista fu! ;)

18 commenti:

  1. aspe che arrivo mettimene una fettozza da parte..hai visto che figura??!!bravissima la voglio provare presto!!baciuzzi paparedda

    RispondiElimina
  2. Aho, e se vincevano che facevi?
    Vojo vive a Cataniaaaaaa
    :)) :)) :))

    RispondiElimina
  3. Ottima consolazione questo dolce :P

    RispondiElimina
  4. Ciao, ginestrina! Molto carino il tuo blog: complimenti! Mi troverai tra i tuoi sostenitori :-)

    RispondiElimina
  5. Aspetta ca vegnuuuu!!!!!!!!!!!degli azzurri è meglio non parlare. :-L

    RispondiElimina
  6. Che bello consolarsi con tanta dolcezza.Si vede che si scioglie in bocca,praticamente la delusione rimane un vago ricordo.Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  7. Ciao cara,hai fatto un dolce meraviglioso,e poi è vero più le cose sono smplici e più sono buone.Bravissima!!!!!!!!!!!
    Un bacio Raffa.

    RispondiElimina
  8. ottimo modo per consolarsi, ha un aspetto goloso e soffice, mi piace, brava ciao ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao Ginestra,grazie infinite per essere passata dal mio blog.Sei stata molto carina e mi ha fatto molto piacere!! Io sono diventatala tua 57esima sostenitrice! A presto. Un bacione.

    RispondiElimina
  10. Deve essere buonissima, bravissimaaaaa :X

    RispondiElimina
  11. Perché non sei venuta in quel di Palermo???? Ora, per farti perdonare, una torta così mi devi mandare... anzi portare! Capito mi hai?

    RispondiElimina
  12. Troppo buona con me, davvero! :)
    Hai visto quanto è deliziosa la torta...si inizia sempre con una fetta ma poi non se ne può fare a meno di fare il bis. Da me finisce sempre troppo presto :PPP
    Davvero grazie per la fiducia accordata e nel farti i complimenti non posso che sottolineare quanto sono contento di questo ulteriore ponte con la Sicilia :))
    ZioPiero ha ragione da vendere quando dice che vorrebbe viverci ehehehehe :))))

    RispondiElimina
  13. zio: dai che torni presto!
    nanny: lo è stata davvero :-*
    Lucia: grazie mille cara :-*
    Fabiola: ma quannu veni?
    Damiana: grazie mille sei sempre un amore!
    Raffaella: grazie cara, ricambio il bacio
    Antonella: ciao che piacere averti qui!
    Manu: ciaooo! Grazie per il sostegno!
    chabb: sei un amore come sempre!
    Fantasie: non m'arriuddari u chiovu!! Avrei davvero voluto esserci! Ma non è escluso del tutto un passaggio da Palermo... io ci spero!
    Ti porto quello che vuoi agli ordini sono!

    RispondiElimina
  14. Gambettooo te l'avevo detto che è nata un'amicizia no? Sei davvero in gamba!

    RispondiElimina
  15. ciao!!! volevo ringraziarti per essere sempre presente sul mio blog e scusarmi per non popter fare altrettanto.... il tempo a disposizione al momento è pochissimo, comunque, ti faccio i miei complimenti per il tuo spezio accogliente e davvero interesante.
    ciao, un bacione
    barbara - babs

    RispondiElimina
  16. bellissima questa torta!!la segno!!baci e buon w.e.!ciao!

    RispondiElimina
  17. Bellaaa la prossima volta ci fai trovare questa???? Scusa qui tutti dicono "mii vorrei vivere in Sicilia..." io abito a due passi da te quindi niente scuse ;D!!! EHehe bella consolazione cmq dopo l'Italia di ieri!!! Senti Sandruzza stanno organizzando un corso di Panificazione a Palermo fatto da Adriano (il maestro) e Paoletta che fa ci andiamO???? Durerà 2 giorni però...che dici l'uomo del silenzio li tiene i bimbi per due giorni ;D??? Comunque appena so qualcosa di pù ti mando una mail.
    Baciottiiiii, Laura

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)