domenica 12 settembre 2010

E pesce fu…Tortino di sarde


Si miei cari, vi avevo lasciati quasi nella certezza dell’ennesima cena andata in fumo… e invece, (inspiegabilmente) i miei poveri neuroni hanno lavorato soli soletti, nel deserto cerebrale che ormai regna sovrano ;) e sono arrivati meritatamente al traguardo! E PESCE FU! Dopo Sampieri, comprare pesce non è più così semplice, perciò vado sul sicuro, prendo pesce azzurro, che ancora si muove, stavolta le nostre sarde avevano una “bella presenza”, e  così mi sono lasciata tentare e ne ho prese mezzo chiletto abbondante.
Ingredienti:
  1. 1/2 kg sarde diliscate (prima dal pescivendolo e poi da me)
  2. poco più di mezzo bicchiere di aceto bianco
  3. 8 piccole fettine di cacio fresco
  4. pangrattato grossolano di pane bianco (fatto con il bimby)
  5. una manciatina di cacio stagionato grattugiato
  6. 50 gr. di uvetta sultanina ammollata nel vino caldo
  7. 1 pugnetto di mandorle tritate grossolanamente
  8. 2 cipollette di Tropea
  9. 2 spicchi d'aglio tagliati in 4
  10. origano fresco q.b.
  11. olio evo q.b.
Prima cosa da fare, mettere a macerare le sarde nell’aceto bianco per una mezzoretta, questa operazione servirà a sgrassare le sarde e a renderle più delicate (almeno così ci insegnano le mamme e le nonne). Prendete una bella teglia (24 cm di diametro) versiamo l’olio evo, uno strato di cipollette tagliate sottili-sottili, un velo di pangrattato precedentemente mescolato al cacio stagionato e all’origano sminuzzato, distendiamo ad una ad una, a raggiera le prime mezze sarde sciacquate, facendo in modo che la pelle del pesce stia a contatto con la teglia, ricopriamo con dell’altra cipolletta (poca), l’uvetta strizzata, il pane grattugiato, una spolveratina di cacio stagionato e grattugiato, le mandorle tritate e cerchiamo di mettere un pezzettino di formaggio su ciascun pesciolino, un pizzico di origano, e chiudiamo completando con un successivo strato di sarde disposte in modo che la pelle del pesce stia verso l’alto, formando, si, un tortino ma consentendoci anche di prelevare un singolo pesce se ne avremmo la necessità. A questo punto versiamo un bel filo d’olio sul tortino, spolverizziamo con dell’altro pangrattato, l’aglio, delle mandorle a  lamelline e pochissimo vino bianco. In forno a 180° per circa mezz’ora. Il pesce non dovrebbe mai cuocere molto, perciò teniamo presente che non appena si dora in superficie, in linea di massima è pronto.
Quello che vedete in foto è l’unico pesce rimasto… anche i bimbi hanno gradito :D

15 commenti:

  1. che saporita questa ricetta! adoro le sarde, salate dolci a com'ègghié!
    buona domenica

    RispondiElimina
  2. Io adoro il pesce azzurro...e questo sembra proprio il tortino che mi faceva mio nonno...ne mangiavo dei chili! Bentornata e buona serata, un bacione

    RispondiElimina
  3. un nuova versione del tortino tradizionale...le mandorle certamente lo arricchiscono e lo completano,brava Sandruzza!!bacioni e buona domenica anche a te

    RispondiElimina
  4. una meraviglia......buonissimo...buona domenica..bacio

    RispondiElimina
  5. qui a Trieste il pesce azzurro va per la maggiore, mi segno questa bella ricetta, grazie! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  6. Ciao cara!! Ma che bella ricetta!!! Me la segno, dev'essere una squisitezza!! Bravissima!! Bacioni.

    RispondiElimina
  7. Complimenti per questa bontà, adoro le sarde :D

    RispondiElimina
  8. Che buono questo tortino....mi piacciono un sacco le sarde...anche se le cucino poco...baci

    RispondiElimina
  9. la bontà del pesce azzurro è indescrivibile...cotto così poi diventa sublime.
    ciao!

    RispondiElimina
  10. Bbbboneeee!
    (me piace il piatto storto!!!)

    RispondiElimina
  11. Ammuri...lo vedi? Sentivo d'amarti...ora ne ho la certezza!
    U pisci azzurro è il mio preferito! Sto tortino te lo copio!

    p.s Beddu beddu assai il commento che mi lasciasti, giuiuzza bedda!

    RispondiElimina
  12. Sandruzzaaaa la foto è magnifica...sai che nn m piace il pesce...ma ha un'aspetto magnifico e quel piatto è stupendooo!!!
    Baciotti, Laura

    RispondiElimina
  13. complimenti è una vera bontà!!!!!!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. io adoro il pesce cotto in tutti i modi, il tuo e' segnato nel block notes personale, ciao e grazie per essere passata dal mio blog, ricambio con il tuo

    RispondiElimina
  15. grazie per essere passata dal mio blog , ricambio con il tuo, interessanti le tue ricette, sopratutto quelle di pesce, ciao

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)