mercoledì 27 ottobre 2010

mamma voglio fare lo psicologo!


Ma tu guarda mio figlio… forse che il miracolo richiesto si sta compiendo, forse non sono poi così “scarsa” come madre… gongolando tra me e me chiedo
Ginestra: amore come mai…dimmi …come mai vorresti fare lo psicologo? Fino a qualche tempo fa mi parlavi di voler diventare un inventore di giochi per console….(il mio sguardo dice: amore di mamma!)
Scalpo Ostinato: sai ho notato che mi piace ascoltare i fatti degli altri, e lo psicologo è pure autorizzato a farsi gli affari altrui e in più ha il potere di decidere come gli altri si devono comportare… bello! Io dico “devi fare così perchè è giusto così” e gli altri lo fanno senza fiatare! In un certo senso comando io…
Ginestra: (ecco te pareva!) non per disilluderti…ma il lavoro dello psicologo non è quello di aver piacere nell’invadere la vita degli altri e gestirla a suo piacimento… e non per scoraggiarti ma con questa “motivazione” te la sentiresti di studiare per altri 15/20 anni?

Scalpo Ostinato: ma come 15 anni… ma non esiste un lavoro che non mi obbliga a studiare?
Ginestra: (penso al Grande Fratello ma taccio) no, se vuoi avere il privilegio di lavorare nella vita devi studiare e conoscere più cose possibili… se vuoi avere un minimo di scelta (prima di andare a fare l’unica cosa che ti offrirà il mercato in quel momento)… devi provare a studiare, lo devi a te stesso! (penso a quel poveretto, 110 e lode, 2 lauree..e si è buttato dal tetto della sua facoltà!) (Ginestra si incupisce)
Scalpo Ostinato: 15 anni di studio noooooo!
Sipario chiuso sull’ennesimo episodio di S.O., nel frattempo ogni giorno conia neologismi, degni davvero, di essere registrati alla Siae!
Passiamo alla ricetta che da tempo giace nella memoria della chiavetta, per la cronaca sono sempre sul pc di mia sorella e questi involtini li vedo eccessivamente schiacciati e fosforescenti!

Dunque per il contest di Stefania ho riservato questi buonissimi involtini! La ricetta è la solita mia pasta strudel/pasta matta (stesso quantitativo d’ingredienti), tirata sottile sottile, farcita con le mele granny smith, le carote tagliate a julienne, 1 cipollotta rossa di tropea e dei dadini di peperone, in alternativa mettete zucchine tagliate a julienne, un pizzico di tabasco (facoltativo). Arrotolate la sfoglia stesa ad uno spessore di 3 mm formando tanti salsicciotti chiusi da ambo i lati (piccoli strudelini se volete) a questo punto friggere in olio profondo. Appena si colorano raccogliere gli involtini con la schiumarola, disporli su carta assorbente qualche minuto, poi tagliarli a metà e consumarli ancora caldi, accompagnati da un salsa piccantina per esempio.
Con questa ricetta come si sarà ormai capito partecipo al contest dell’Araba Felice.
Spero che il post sia graficamente decente …non riesco  a vedere l’anteprima…
buona serata cari