mercoledì 10 novembre 2010

Blogger uniti contro l’omofobia: Finocchio Au Gratin


Ma secondo voi potevo mancare al nostro virtuale appuntamento? Secondo voi, dopo tutte le volte che ho approfittato del mio piccolo spazio blog per scaricare tutta la rabbia contro una vera e propria condizione di schifosa “sudditanza” a cui sono costretti gli Italiani, potevo non ribellarmi all’ennesima “battuta giocosa” del nostro “meraviglioso” Mr.B? Non potevo. Mi unisco perciò all’iniziativa di Gaia.
Voglio raccontarvi una cosuccia, nel periodo in cui aspettavo il mio amatissimo primogenito, mi sono posta tantissime domande, “ce la farò ad essere all’altezza del compito che mi aspetta?”, “sarò in grado di amarlo?” “chissà come sarà?”, “che carattere avrà?” e anche “e se fosse gay?” “ e se fosse malato o stupido?” …. mi credete se vi dico che ne ho pensate di tutti i colori ma la risposta era sempre la stessa, si e si e si, sapevo che l’avrei amato alla follia!

Avete ascoltato anche voi  Vendola a “Vieni via con me?” non vi sembra troppo, continuare a condannare nei secoli dei secoli ancora i gay? Non vi sembra strano, perseguire per legge le battone sfruttate, schiavizzate, rapite magari dalle loro case in Polonia, in Romania piuttosto che in Senegal, e offrire centinaia di migliaia di euro ad altro tipo di “battone” solo perché prescelte da Mr. B.? Anzi, ce le ritroviamo nelle prime pagine dei giornali, nelle trasmissioni di approfondimento… ma si chiamano “Escort”, sottile differenza, non si perseguono quindi? Ma certo che no! E in virtù del potere che si è conferito il nostro formidabile uomo perché non permettersi anche di far ripiombare l’Italia di nuovo indietro di 60 anni? Ma si, diciamolo che è meglio essere un porco come lui, anche un pedofilo autorizzato, piuttosto che un gay! MA SIAMO SICURI CHE SIA COSI’???? Davvero vogliamo l’Italia guidata da una massa di porci, portaborse, leccapiedi dediti solo ed esclusivamente al proprio schifoso harem fatto di donnine facili, soldi rubati ai lavoratori e futuro rubato ai nostri figli?
Una frase di Saviano mi ha colpito immensamente “vogliono farci credere che niente cambierà mai” ma cambiare si può e si deve! Io vivo in una regione dell’Italia che cresce i propri figli e li nutre con la sfiducia, il senso di impotenza, la paura e la rassegnazione. Tuttavia ci sono e ci saranno sempre uomini disposti a cambiare le cose e se nel nostro piccolo possiamo dare loro una mano con un piccolo moto di ribellione, con una mano virtualmente stesa a stringere il “diritto”, nel senso più puro e ampio del termine, bene allora stendiamo tutti le nostre mani e stringiamole forte, uniamoci virtualmente tutti a difendere i diritti di ognuno di noi a prescindere dalla razza, dal sesso, dalla religione e dalla scelta della propria sessualità!
per Mr. B. ho pensato ad un classico  FINOCCHIO AU GRATIN

Ingredienti:
  • 1 finocchio
  • olio evo
  • sale q.b.
  • 2 cucchiai di besciamella
  • 1 cucchiaio di formaggio stagionato grattugiato (io ragusano)
  • 2 fettine di cacio fresco
Spadellare in olio evo caldo il nostro finocchio tagliato a fettine sottili, con un pizzico di sale, quando inizia a dorarsi trasferire sulla nostra piccola cocottina, distribuire un primo strato di finocchio, poi le 2 fettine di cacio ed un secondo strato di finocchio. Distribuire sulla superficie del finocchio i 2 cucchiai di besciamella, una manciata di formaggio grattugiato (sempre ragusano) e in forno a gratinare per 5 minuti.
bon appétit

11 commenti:

  1. Complimenti cara, aderisco anche io perchè far finta di niente non è giusto e perchè sono contro ogni sorta di discriminazione. Un bacio

    RispondiElimina
  2. ammazza sandruzza bedda oggi sei davvero un tornado!!!!bello il gratin..bacioni

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze.
    @Scarlett: un tornado di nervi!

    RispondiElimina
  4. anch'io ho partecipato http://ilpomodorosso.blogspot.com/2010/11/metti-un-finocchio-pranzo.html. Mi piace molto la frase di Saviano e quello che hai scritto. Si puo cambiare!

    RispondiElimina
  5. ecco, a quest'ora mi farei fuori quella pirofilina, altro che darla a quellllà >:)

    Grazie per il tuo contributo!!!
    Cleare, ora vado a vedere se sei già inserita altrimenti metto al volo anche te in elenco!! :-)

    RispondiElimina
  6. ohhh io così li adorooooooooooooo!!! arrostiti e con la besciamella :-)))

    RispondiElimina
  7. che bellissimo intervento ginestra, veramente appassionato!

    ti ho inserita anch'io, che oggi latitavo!

    grande, veramente!

    RispondiElimina
  8. Condivido in pieno tutto quello che hai scritto e, se mi permetti, aggiungo una cosa mia: quando mia moglie era incinta qualche domanda,come te, me la sono posta anche io, ma lo sai che tra queste non c'era: "e se fosse "gay"?" (mammamia che brutta parola, non la riesco neanche a pronunciare).

    Le persone più sensibili e più piacevoli che in 48 anni di vita ho conosciuto sono proprio quelle che gli altri chiamano "gay".
    Per me sono persone e basta.

    Baciuzz'
    ;-)

    RispondiElimina
  9. Sto seguendo proprio ora il programma in replica (quella sera ero al lavoro!) e Vendola ha appena finito il suo elenco.
    Si DEVE cambiare... un abbraccio e una forchettata di quel bel formaggio filante e finocchioso...

    RispondiElimina
  10. quanto mi piacciono...
    ciao
    Enza

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)