lunedì 14 marzo 2011

A colori e con sapore...



Questa ricetta aspetta da un bel pezzo d'essere postata, finalmente oggi è arrivato il momento giusto! Dovevo pubblicare stamattina, ma poi, tra una cosa ed un'altra, tra un attacco d'allergia e il bentelan, siamo arrivati a quest'ora, ma anche con un solo occhio aperto ho deciso che avrei finito di scrivere questo post e sarei riuscita a premere "publish"!Vi avevo già parlato in altre occasioni della cucina di mia suocera, la quale essendo nata e cresciuta a Graz, in Stiria, (nota per essere il paese delle delizie austriache) mi ha più volte proposto nel tempo piatti meravigliosamente armoniosi, modificati, anzi direi, italianizzati. La kuerbissuppe è una zuppa di zucca (kuerbis infatti vuol dire proprio zucca), che nella stragrande maggioranza dei casi vi sarà servita con patate e panna.


Mia suocera, nonostante abbia raggiunto una certa età è ancora attenta alla sua linea invidiabile e così ha modificato la ricetta tipica del suo paese, togliendo la panna e le patate e aggiungendo i peperoni. Il risultato, se avrete la bontà di leggere fino alla fine è d'una bontà unica, e un valore aggiunto a questo piatto è la semplicità di realizzazione. Io ho scelto d'abbinare la zucca a della polenta di farina di mais fioretto gratinata con del piacentino ennese.
Ci occorreranno (dose per 3 adulti):
1 peperone verde

250 gr. di zucca gialla

1 grossa cipolla bianca o 1 porro

una manciata di bacche di ginepro

3 chiodi di garofano interi

sale q.b.

olio evo q.b.

Procediamo

in una capace padella dai bordi alti riscaldiamo dell'olio, versiamo le verdure precedentemente tagliate a julienne e la zucca a tocchetti, saliamo, aggiungiamo il ginepro e i chiodi di garofano e abbassiamo la fiamma al minimo, cuociamo con il coperchio, rigiriamo di tanto in tanto facendo attenzione a non far sfaldare eccessivamente la zucca. Quando le verdure saranno cotte, spegniamo il fuoco e aspettiamo che si intiepidiscano nella stessa padella incoperchiata. Nel frattempo se vorrete, prepareremo un pochino di polenta (io con il bimby), che stenderemo su una teglia bagnata, una volta raffreddata useremo un tagliapasta per ritagliare tanti piccoli fiori (o altre forme a vostra scelta) e così come si fa per gli gnocchi di semolino, sistemeremo i nostri fiorellini su una grande teglia unta sovrapponendoli leggermente, a questo punto li cospargeremo con del formaggio grattuggiato (io il piacentino ennese) e piccoli tocchetti di burro, lasciamo gratinare in forno fino a doratura. Impiattiamo, disponendo accanto alla nostra zuppa qualche piccole fiore di polenta caldissimo. Questa volta ho utilizzato dei bicchierini da fingers food perchè con questa ricetta ho partecipato al gioco di "Atmosfera Italiana", anzi vi dirò che se vi piace il piatto potreste cliccare mi piace sulla foto, mi farebbe piacere :D
IMPORTANTE:
La mia esplosiva e iperattiva amica Stefania del blog Profumi e Sapori mi ha ordinato gentilmente chiesto :) di far da giudice per il suo nuovo contest a colori, io dovrò giudicare le ricette in giallo e arancio, per tutti i particolari andate sul blog di Stefania a dare un'occhiatina, l'idea è davvero bella! Ovviamente sopra vedete un esempio di un piatto a colori, in questo caso, dove predominano il giallo e l'arancio, ma questa ricetta è fuori concorso... e lo dico con un poco di rammarico perchè avete visto il premio?
TRE CHILI E MEZZO di crema di nocciole (IGP del Piemonte) e cacao !!!


Forza allora amici, subito ai fornelli!

24 commenti:

  1. La maestrina ha ordinato e l'allieva diligente ha eseguito il compitino!!!
    Grazie per la ricetta fuori concorso. Se vuoi provare ad aggiudicarti il barattolone, ricorda (qui è la maestrina che parla) che puoi partecipare con gli altri colori!

    Bacioni e Grazie!!!

    RispondiElimina
  2. Adoro i piatti come questi, e dato che anche io ci tengo a mantenere la linea mi fa piacere che non ci sia ne' panna ne' patate ;-)
    Lo provo, purtroppo dovro' rinunciare alle bacche di ginepro che qui non saprei proprio dove reperire.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  3. uff non riesco a vedere le foto....ma ci credo subito che e' una bonta'!!!
    baci

    RispondiElimina
  4. Neanche io vedo le foto...ma leggendo la ricetta si capisce benissimo tutto, complimenti per la reaponsabilità che Stefy ti ha affidato e speriamo bene per la tua allergia...se ti interessa ho aperto il contest anche io, ciao e a presto.

    RispondiElimina
  5. ecco la vedoooooooooooo bella...

    RispondiElimina
  6. stupenda ricetta e bellissima presentazione!! bravaaaaa!!!

    RispondiElimina
  7. Vedo che anche versione pirata con tanto di benda ci dai giù di brutto!!! :D
    Buonissima questa zuppa, colorata e profumatissima! io prenoto un posto nella tua categoria per il contest di Stefania!! un bacione ciao

    RispondiElimina
  8. da provare e visto che è anche un piatto leggero..me lo segno subitooooooo

    RispondiElimina
  9. io dico che è da provare, un bacio!!!

    RispondiElimina
  10. Veramente da procare! Anch'io in qesto periodo cerco di stare attenta alla linea...con il blog questo non è facile...però...
    Appena posso faccio un salto dalla tua amica Stefania...sperando di non vincerlo il contest sennò addio linea!

    RispondiElimina
  11. Bella questa ricetta, e complimenti per la nomina a giudice!!!!!
    Ciao
    Stefania

    RispondiElimina
  12. Ciao Alessandra, leggevo su fb la vostra discussione, così sono venuta a sbirciare il tuo blog per la prima volta..Questa ricettina è molto invitante...da oggi in poi ti seguo anch'io ;)

    RispondiElimina
  13. leggero, allegro, colorato, buonissimo! davvero un piatto meraviglioso!

    RispondiElimina
  14. gira e rigira finisco sempre per essere attratta da blog siciliani chissà in un altra vita dovevo essere di la ti seguo sempre simmy

    RispondiElimina
  15. Ah ... lo sai che il tuo titolo mi piace più di quello che ho scelto il per il contest? mannaggia...ormai è fatta

    RispondiElimina
  16. hai capito la suocera!!?? che fortuna potersi deliziare coi sapori dal mondo :) e brava tu che lo hai condiviso.. congratulazione per essere giudicia ;) e buon lavoro
    baciiii :X

    RispondiElimina
  17. e' un post bellissimo: è tutto molto interessante,
    segno la ricetta perchè la devo assaggiare assolutamente ;)

    RispondiElimina
  18. wow ma sei bravissima ^_^
    mi sono aggiunta devo tenerti d'occhio e plagiarti in segreto ^_- smuakk

    RispondiElimina
  19. Ciao,
    Grazie per essere venuta a trovarmi.
    Ho prelevato il banner (molto bello)

    RispondiElimina
  20. @Stefania: proverò qualche altro colore...quel barattolo è da urlo!
    @Araba: peccato per il ginepro che ci sta d'incanto ma sono sicura che con le spezie che hai lì a tua disposizione ti farai venire in mente un valido sostituto!
    @Rossella: sei sempre tenera..."ci credo subito"♥
    @Max: grazie sei sempre gentilissimo!
    @Ele: grazie!
    @Greta: :)) mi fai sempre ridere!
    @Rossella,Chabb, Marcella: provate e fatemi sapè!
    @Stefania: ciao cara, grazie per la visita :)
    @Annalisa: benvenuta!
    @Simona: è successo anche a me! :D
    @Sonia: che gran culo avere una suocera come la mia, me lo dico sempre! Grazie!
    @Erica: se la provi fammi sapere!
    @Mammapapera: Ciaooo! Che bello averti qui!
    @Gianni: ciaooo, che piacere!

    RispondiElimina
  21. Una ricetta purificata della parte grassa ma parimenti arricchita negli aromi.
    Spunto decisamente interessante :)

    RispondiElimina
  22. Mi incuriosiva la foto...sono tornato e sapevo che sarei rimasto estasiato da questa preparazione, baci.

    RispondiElimina
  23. mmmmmm.... dico..mmmmmmmmgnam! E pensa che torno adesso di una cena, sì, adesso a mezza notte! La cena del mio compleanno!!!

    :)

    RispondiElimina
  24. TROVATA!!! mamma che buona....sai. sarei curiosa di conoscere anche la variante originale con panna e patate!! BAci, Flavia

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)