giovedì 5 gennaio 2012

La pasta natalizia..visto che la befana deve ancora passare

Visto che la befana sta ancora riscaldando la scopa, visto che, come mi ha detto un'amica, le feste finiscono solo domenica prossima, faccio ancora in tempo a postarvi questa pasta, nata come "prova tecnica" per il menù delle feste appena trascorse... visto il successone con i figli ho deciso di postarla...i bambini sono andati in visibilio!
Durante il mese di dicembre sono stata impegnatissima a sfornare Santa's cookies, e da questo raptus è nata anche l'idea di realizzare questa pasta fresca, utilizzando gli stampi a forma di testa di renna e di palline natalizie, l'impasto è stato diviso in tre e colorato e aromatizzato con l'aiuto di cacao, biete e zafferano.
Il ripieno consiste in un mix di asiago e pistacchi tritati con l'aggiunta di pochissimo grana.

Per 4/5 persone 
300 g di farina 0
3 uova da 60 g
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaino di cacao
8 stigmi di zafferano (altrimenti la ben nota bustina)
1 cimetta di bietole
1 pizzico di sale
Per la farcia
100 g di asiago
90 g di pistacchi
50 g di grana grattugiato

Realizzate l'impasto della vostra pasta fresca partendo da 100 g di farina e 1 uovo alla volta, aggiungete l'olio, circa 1/3 di un cucchiaio da tavola per ogni 100 g di farina, il cacao e un pizzico di sale. Nel caso dell'impasto allo zafferano, occorre mettere in infusione gli stigmi, per 8 stigmi basta un cucchiaio e mezzo d'acqua calda in una tazzina da caffè, una volta trascorso il tempo, reidratati i pistilli, aggiungeremo l'infuso alla farina, avendo cura di riequilibrare l'umidità dell'impasto aggiungendo ancora un poco di farina, poca alla volta secondo quanta ne richiede l'impasto. Nel caso dell'impasto con le bietole, aggiungete le verdure tritate molto finemente e ben asciutte alla farina, aggiungete l'uovo, il pizzico di sale, e la punta del cucchiaino d'olio.   Anche qui bisognerà molto probabilmente riequilibrare l'impasto con l'aggiunta di poca farina alla volta. Una volta pronti i vostri panetti, che io ho realizzato con l'aiuto del mio amico bimby, come sempre... lasciate riposare un quarto d'ora. Nel frattempo, sempre con il bimby riducete in un pesto omogeneo, il pistacchio, l'asiago e il grana. Adesso stendete le sfoglie e posizionate il vostro ripieno a distanza equidistante su tutta la vostra sfoglia.

Coprite la sfoglia con un altro strato della stessa e poi tagliate con l'aiuto dei vostri stampini natalizi la vostra pasta, facendo attenzione a lasciare il pancino ben al centro della forma. Lo stampo, incidendo l'impasto sigillerà la pasta, ma se volete essere più sicure, basterà bagnare con un filo d'acqua i bordi della sfoglia prima di poggiare l'altra sopra.
Una volta che avrete realizzato tutte le vostre forme, basterà cuocere in abbondante acqua bollente salata la pasta, per pochi minuti, poi spadellare con del burro, servire caldissimi e spolverizzati di granella di pistacchio.
E' un'idea carina, perché potenzialmente, cambiando gli stampini, possiamo utilizzare la nostra pasta fresca per ogni ricorrenza dell'anno, Epifania, Carnevale, Pasqua...
Che ne dite?


10 commenti:

  1. Il ripieno ha un aspetto veramente invitante...non so come dire, ma guardandolo so che era profumato! Io sono stata assente per un pochino e quindi approfitto di questa occasione per augurarti un grande, grandissimo anno! Un bacione grande ciao Greta :)

    RispondiElimina
  2. Concordo con Greta, il ripieno è molto sabroso...il resto davvero molto simpatico...buon anno e buona epifania, ciao.

    RispondiElimina
  3. Pistacchi!
    Ho mangiato a Natale un primo buonissimo fatto di pasta fresca comprata a Bronte. Ti ho pensata! Spero vada meglio...

    RispondiElimina
  4. Buongiorno e buona Epifania! Bellissimo questo piatto, sai? Mette il buonumore solo a guardarlo in foto! E fa venire voglia di assaggiarlo ;-)

    RispondiElimina
  5. ma che idea divertente, questi ravioli natalizi sono splendidi!

    ne approfitto per farti gli auguri di buon anno, e anche buona befana ;-)

    RispondiElimina
  6. Ciao, una pasta colorata che è una meraviglia da vedere! E non parliamo poi del condimento...sublime! Bellissima ricetta!
    baci baci

    RispondiElimina
  7. questa pasta fresca mi piace assai....:) non è solo bella e colorata, ma anche il ripieno deve essere speciale..adoro i pistacchi, lo confesso! un bacio

    RispondiElimina
  8. Questa pasta è bella da vedere e buona da mangiare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. colorata così va bene anche per carnevale! devo ricordarmela! :-) ancora buon anno!

    RispondiElimina
  10. dove trovo pistacchi mi blocco, sbavando sulla tastiera....
    grazie di essere passata a trovarmi, mi fermo anch'io e curioserò con calma.
    buona serata,e complimenti per il blog!

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)