mercoledì 8 gennaio 2014

Un giorno particolare

Eccoci di nuovo su questi schermi! Quasi un mese di silenzio! Mi verrebbe da chiedere, come va? Affamati o state per scoppiare dentro ai jeans? :D Noi siamo pronti a scoppiare :D
Oggi è anche un  giorno particolare, è il compleanno dell'uomo del silenzio, il mio regalo? Un paio di chili all'anno, tanto per cominciare, una casa affollata da bimbette iperchiassose e adolescenti "creativi", esperimenti culinari, una moglie talmente in fiore che il fiore ha fatto il frutto, (per cui non abbiamo solo il sedere a "buccia d'arancia" c'è l'intero aranceto sparso random per il corpo)... una sana litigata al giorno, il fine settimana anche due..insomma l'idillio, per tutto il resto c'è Mastercard ;)

Anni fa, tantissimi anni fa, conobbi questa specie di vichingo magro come un  giunco alto come un pino, ricordo ancora l'impressione che ne ebbi, "un bravo ragazzo" pensai, carino ed educato. Tanti anni dopo, in circostanze completamente diverse l'ho rivisto, e la sensazione del primo sguardo fu simile a quella che si ha quando si torna a casa, mi sono sentita avvolta da una coperta, tranquilla.
Oggi, venti chili dopo, guardo il vichingo, incredibilmente con lo stesso occhio di pesce, e nonostante le file di scarpe da mezzo metro disposte in camera a dozzine, il caffè rigorosamente lasciato sul piano della cucina, le fisse in costante aumento, il suo odio per le ricorrenze, i silenzi...mi auguro soltanto di continuare insieme questo percorso, e quando il mio aranceto avrà ceduto il posto alle vene varicose, e quando non solo le braccia ma anche le pieghe del collo sembreranno impasto per la pizza allora vorrò abbracciare forte quel vecchio vichingo, calvo e panciuto con cui ho condiviso anni di litigate ;)
N.B.
*Lo dichiaro qui e pubblicamente, se mai gli saltasse in mente, superati i 50 di andarsene con una ventenne lo accoppo! :D
*Se volete vedere la foto della torta basta guardare qui ogni anno infatti gli preparo sempre questa..
RICETTA NON RICETTA
Ricottine infornate
500 g. di ricotta fresca
1 stampo da forno per monoporzioni della forma che preferite
melograno per guarnire
Disponete la ricotta nello stampo, infornate per circa un ora o anche più dipende dai forni, aspettate che si crei una bella crosticina dorata sulla superficie, sfornate, sformate  e servite con il melograno.
In chiusura dopo il post più melenso che abbia mai scritto tanti auguri al mio Uomo del Silenzio e ci rileggiamo prestissimo :*

6 commenti:

  1. ahahahaha auguri al tuo vichingo !!! e tu ci fai sempre sorridere ma io che ti conosco so che tu di rughe e di pelle a buccia d'arancia non le tieni affatto...sempre bedda si!!!

    RispondiElimina
  2. Bella dichiarazione d'amore … e l'amore non è bello, se non è litigarello! ;)

    RispondiElimina
  3. ciao cara,e'sempre bellissimo leggerti :)
    tantissimi auguri di buon anno,deliziaci con tantissime ricette come queste :)

    RispondiElimina
  4. Auguriiiiiiiiiiii... un grande abbraccio :D

    RispondiElimina
  5. Tanti auguri per il nuovo anno e altrettanti al tuo vichingo. Se dovessi avere bisogno per accopparlo fischia che arrivo. Ma una ventenne sopporterebbe quanto sopportiamo noi?
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Che bella descrizione allora l'amore non è tutto rosa e fiori! hehe

    RispondiElimina

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)