venerdì 5 settembre 2014

'mmiscati Agrigento a tavola

"Da quanto tempo mamma non scrivi di me?" - Scalpo Reciso è in trepidante attesa che comunichi urbi et orbi il risultato dei suoi esami di fine estate... perchè anche quest'anno ce l'ha fatta a "non farsi bocciare", e come immaginerete so' soddisfazioni!
Chi lo conosce sa che l'estate di mio figlio, tutto è stata, tranne che impiegata ad applicarsi sui testi di filosofia, l'ultimo dei suoi pensieri è stato questo benedetto esame di recupero, superato dopo cinque giorni di studio, cinque... dico. Ci tiene a far sapere ai suoi fan..quindi ai miei affezionati lettori, che è stato ottenuto "un'immeritato 6 in filosofia.. perchè la prof. mi odia". In realtà la prof. in questione ha 4 figli maschi e ne ha già viste di tutti i colori, per cui con lei il metodo Scalpo Reciso non attacca. Con una palese faccia di bronzo, dunque, mio figlio si è presentato all'esame, ha sfoderato il suo sorriso, ed è partito a mitraglietta " Visto che durante l'anno ho avuto problemi con Platone, prof, mi sembra il caso di iniziare proprio con lui, ..." :-o Che cosa abbia detto e sappia di Platone resta un mistero...anche per lui ;)

E adesso che la smania di protagonismo di mio figlio è stata soddisfatta, la curiosità dei suoi fan colmata :D vi racconto questa ricetta tipica siciliana, precisamente dell'agrigentino.
'mmiscata  o 'mbriulata (a Caltanissetta)
Nel secolo scorso, questi deliziosi involucri di pasta di pane ripiena, venivano dati agli uomini che lavoravano nei campi per far in modo che avessero qualcosa di facilmente trasportabile e nutriente.
La preparazione è semplicissima e volendo si presta anche a svuotare il vostro frigo da eventuali avanzi.
Ingredienti:
500 g di pane in pasta (il mio fatto in casa, ma si trova anche al super o nei panifici)
15 olive nere denocciolate
2 patate 
1 cipolla grande
caciotta fresca o altro formaggio da fondere a vostra scelta
200 g di carne tritata o salsiccia o prosciutto (io l'ho omesso)
sale e pepe q.b.

Stendete la pasta in una sfoglia sottile, spessa 3 o 4 mm, 
Riempitela con le patate tagliate a tocchetti e saltate in padella, uno strato di cipolla precedentemente lasciato appassire dolcemente in padella, le olive, il formaggio e se vorrete la carne macinata (che invece io non ho voluto mettere), iniziate a formare un lungo salsicciotto, avvolgendo la pasta sul ripieno.
A questo punto tagliate il salsicciotto in tranci che disporrete su una teglia rivestita di carta forno.

Infornate a 200° per circa mezz'ora, come sempre dipende dal forno.
Note:
*prima di infornate qualunque lievitato salato ho l'abitudine di spennellarlo con acqua e olio, o albume.
**Potete variare il ripieno come preferite.
*** Prima di disporre i tranci sulla teglia abbiate l'accortezza di raccoglierli bene sulle mani, in modo da chiudere leggermente i lembi di pasta che verranno adagiati sulla carta forno e prevenire una fuoriuscita di ripieno.
Sfornate e servite, e poi sappiatemi dire :D



2 commenti:

Grazie per aver letto fino a qui, qualora fossi uno spammer coreano, ti prego astieniti, non cliccherò sul tuo link, causa sfinimento..
Gli abbracci sono per tutti comunque :)